Le prese, lo sappiamo tutti, possono essere di vari tipi, e le utilizziamo praticamente in ogni momento della giornata. Pensiamo a quante volte colleghiamo un apparecchio alla corrente elettrica. Alcune volte, sono collegati come in un processo di semiosi illimitata, ovvero ad eternum, come nel caso del frigorifero, della televisione e del congelatore (e guai a staccare la spina!). In altri casi, invece, tutto questo è un continuo “mordi e fuggi”: perdiamo ormai il conto di quante volte attacchiamo e ricarichiamo il nostro smartphone, oppure accendiamo e spengiamo il nostro computer. Atti quotidiani a cui non diamo importanza, ma sono atti… superati. Gli apparecchi, infatti, non sono collegati a una presa…intelligente. Ci guardiamo bene dal volere“offendere” le classiche prese elettriche, necessarie per la vita di tutti i giorni, ma quelle denominati intelligenti sicuramente rappresentano un ulteriore passo per il futuro. E, come in questo caso specifico, è la tecnologia abbonata ad Alexa a venirci incontro permettendoci di compiere un bel balzo in avanti. Andiamo quindi a vedere qualche altro dispositivo per Alexa.

Come funzionano le prese Alexa

Le prese intelligenti hanno grosso modo la stessa forma di quelle normali, solo che possono utilizzate per molteplici usi.

Con la tecnologia Alexa dell’assistenza, dunque, utilizziamo un comando vocale che attiverà a distanza la relativa presa di corrente cui è collegato il nostro elettrodomestico, possa essere di voltaggio diverso oppure di diversa utilità non ha importanza. Il comando vocale attiva la presa intelligente che così attiverà e accenderà ciò che noi desideriamo. Semplice ma efficace.

Presa Alexa e indicatore consumi

Oltre questo, ovviamente la presa intelligente è un utile indicatore dei nostri consumi, rilevando praticamente in tempo reale quanta corrente consumiamo e, comunque, ci permette di risparmiare notevolmente sulla bolletta, limitando quanto e più possibile gli sprechi di corrente e le dispersioni nelle stanze della nostra casa.

Quale presa scegliere?

Il bello è che questa tecnologia è accessibile a tutte le tasche. Il modello più economico costa intorno ai 15 euro e sembra una presa modello tedesco, quella dove spesso noi colleghiamo alcune marche di Pc provenienti dall’estero. La differenza è pressoché minima dal punto di vista stilistico, ma già ci fa intravedere utilità all’interno del nostro spazio. Può essere anche acquistata, dagli scettici, per sperimentare praticamente i primi effetti delle prese intelligenti. L’utente base dunque può comprare questo tipo di presa e fare tutte le prove che vorrà, non rimanendo sicuramente deluso.

Se si vuole subito andare sul top della categoria, scegliendo la presa smart Mocrux andiamo direttamente sul sicuro. Compatibile con Amazon Alexa è una delle più recensite on line e i commenti sono praticamente tutti positivi e con il massimo delle prese. È venduta solitamente a un prezzo anch’esso contenuto in una confezione di pack a due prese e per molti non ha mai creato problemi: più volte è stata utilizzata, dall’installazione al vero e proprio funzionamento e mai ha creato dei disagi per gli usi che se ne compiono.

Se siamo invece tradizionalisti al massimo, e vogliamo fare i piccoli chimici dell’elettronica, spesso pensiamo alle classiche presa a ciabatte, dove in un multipack ci sono più prese per collegare qualsiasi cosa. E anche su questo, Alexa non si fa trovare assolutamente impreparata, con la multi presa intelligente wi-fi di Meross, che è dotata di ben quattro prese smart, ognuna controllabile singolarmente. Ha quindi quattro porte usb per alimentare quattro dispositivi, e la presa smart consente una serie di funzioni importanti anche a distanza, impostando dei timer per ricaricare i dispositivi connessi, ma utilizzando questa funzione anche per ricaricare tutti i nostri apparecchi in maniera intelligente la notte: quando noi dormiamo, infatti, possiamo caricare telefono e smartphone in maniera intelligente per utilizzarli al massimo nel corso della giornata.



LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here