Avere un buon impianto tecnologico all’interno della propria abitazione è qualcosa che migliora decisamente la propria vita e quella dei nostri cari. Vivere dei bei momenti all’interno della propria abitazione è infatti necessario anche per rapportarsi con gli altri, sia nelle pubbliche relazioni nonché in ogni tipo di lavoro. La serenità casalinga, quindi, si riflette anche fuori.

Qualità sonora con Alexa

Con Alexa molteplici funzioni ci permettono di migliorare le nostre comodità e stare senza dubbio con un maggior relax interno, come per fissare gli appuntamenti, accendere o spegnere le luci, l’impianto di climatizzazione e molto altro ancora.

Così come è importante anche una buona qualità sonora: ogni giorno, infatti, gli stress e le urla del mondo esterno quasi deturpano le nostre orecchie, provocando fastidi e malesseri non certo positivi una volta rientrati a casa.

Proprio per questo all’interno delle nostre abitazioni c’è bisogna di tutta la serenità possibile, nonché abbiamo bisogno anche di un impianto di sonorizzazione a basso impatto che non crei fastidio a noi e agli altri. A tutti è capitato, nel corso di una voce, sentire dei vicini abbastanza rumorosi che urlavano o che semplicemente facevano i loro lavori di casa in maniera eclatante, con trapani agitati alle sette del mattino.

Se per i vicini non si può ovviare, sicuramente possiamo evitare ogni problema possibile utilizzando dei buoni altoparlanti per il massimo della risonanza acustica senza creare fastidio.

Gli altoparlanti per Alexa più venduti

Come altoparlante, uno dei più venduti è senza dubbio Amazon Echo di seconda generazione, utilizzato ormai nel mondo per la capacità di comprensione e applicabilità. È il preferito per essere utilizzato in ambienti differenti, possiamo portarlo in camera da letto così come in ufficio, e fa della praticità un punto di forza, con l’altoparlante bluethoot che può essere collegato a un altro aggiuntivo per un suono ancora migliore soprattutto se bisogna utilizzarlo in spazi all’aperto. Ovviamente, riceve gli aggiornamenti ed è garantito dalla tecnologia di Alexa, che guida passo dopo passo gli utenti per la sua maggiore applicazione.

Un altro modello interessante è il Sonos One, è un altoparlante di grande affidabilità in quanto ha microfoni integrati per utilizzarli nei campi lunghi, e funziona con i comandi vocali di Alexa. Potrebbe essere utilizzato addirittura per i suoni in presa diretta per quanto capti la dimensione del suono e funziona anche con la piattaforma vocale di Google, diventando praticamente multi tasking.



 

L’altoparlante, infatti, deve svolgere il suo compito al meglio, ovvero come attuatore che va a convertire un segnale elettrico in onde sonore, con compressioni e rarefazioni dell’aria nell’ambiente circostante. In maniera tecnica è questo un altoparlante, ma nella vita pratica è molto più semplice utilizzarlo che… spiegarlo.

Proprio per questo, suggeriamo altri modelli per l’acquisto. Come ad esempio l’Amazon Echo Dot che è arrivato alla sua terza generazione, con una versione più compressa e compatta, ma non meno efficace, tutt’altro. Può andar bene per abbinarlo alla radio e alla musica, con porte di uscite audio che possono portare all’echo full-size, praticamente il top per ascoltare i nostri dischi preferiti. Per le dimensioni contenute, inoltre, può essere portato comodamente in vacanza e diventare un utile compagno di avventura in ogni nostra avventura.

Molto in voga anche per il suo stile…retrò è il Marshall Alexa, che somiglia dal look a una radio degli anni cinquanta. Come punto a favore ha il suono migliore rispetto al Sonos One, per la capacità di attrarre più volume e di una migliore regolazione dei bassi, anche se non ha la piattaforma Sonos al suo interno. Può essere utilizzato anche per i campi lontani, così come può essere un utile regalo per i nostri amici, con un elemento che si sposa per arredamento al classico e non ha sicuramente eguali nel campo della tecnologia.



LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here